benessere, cibo, colazione, cucina, dimagrire, dolci, fitness

Perchè uno tira l’altro?

Se ti è già capitato di finire un intero sacchetto di patatine quando invece avresti dovuto mangiarne solo una, allora capirai di cosa parlo quandodico  “alimentazione eccessiva”.

Guardando un film hai distrattamente mangiato due dolcetti o al ristorante ti hanno servito troppo cibo e ti sei sentita in dovere di finirlo tutto.
Ci sono dei motivi se ci sfoghiamo sul cibo, è normale sentirsi in colpa subito dopo aver ingoiato tutte quelle schifezze!!
Vediamo insieme i motivi per cui si mangia eccessivamente e cosa fare per prevenire:

 

sp-6.jpg

Che cosa ti spinge a mangiare eccessivamente?
Non è la mancanza di volontà; la ragione per cui a volte mangiamo più di quanto vogliamo ha a che fare con la chimica; quando consumi del cibo che contiene zuccheri, grassi o sale, il tuo cervello registra una sensazione piacere. Questo può scatenare il rilascio di sostanze “della felicità”, la dopamina e la serotonina (una combinazione che ti lascia una sensazione di benessere), queste reazioni chimiche possono spingerci a continuare a cercare quella sensazione piacevole che abbiamo provato.
Visto che ci sentiamo gratificati dopo aver consumato questi alimenti, la voglia diventa sempre più forte. Ecco perché vogliamo un altro biscotto, anche se non abbiamo più fame. I nostri cervelli sono molto sofisticati e associano questi segnali alla sensazione di gratifica, portandoti a desiderare un particolare snack. Quella voglia di qualcosa di dolce mentre passi davanti ad una pasticceria è una risposta ad un impulso fisico e ambientale.

 

Perchè desideriamo il cibo “spazzatura”?
Gli alti livelli di zuccheri, grassi e sale contenuti negli alimenti lavorati possono sovraccaricare il cervello, producendo le sostanze chimiche “della felicità”.
Il nostro cervello impara che i cibi ricchi di zuccheri e grassi possono dare una “ricompensa” più grande rispetto alle verdure che mangiamo di solito. La nostra mente allora potrebbe focalizzarsi sul fatto che mangiare questi cibi ci regala un momento di piacere, spingendoci così a cercare di nuovo quella gratifica. Questo desiderio di ricompensa può addirittura offuscare l’importanza di seguire un’alimentazione sana.

 

Mangiare troppo cibo spazzatura può trasformarsi in un circolo vizioso. Più mangi quei cibi che danno una gratifica e più li desideri. Ecco perché quando smetti di mangiare il al MC DONALD’S, dopo diventa più facile resistergli e non andarci.

 

Quello che ti circonda può stimolarti a mangiare di più
I cibi più decadenti sono pieni di grassi, zuccheri, questi additivi sono economici, quindi le compagnie hanno più soldi per le campagne di marketing. Infatti tutte quelle pubblicità accattivanti sono ideate per far leva sulle nostre emozioni, lasciandoci credere che meritiamo una ricompensa ogni tanto!

 

Ecco alcuni consigli con cui potrai ridurre le abbuffate:
  • Impara a riconoscere cosa le scatena: ti abbuffi davanti alla tv? Quando sei stressata?Quando non sai cosa fare?
  • fantozzi-partita-tv.jpg
  • “Resisto a tutto tranne che alle tentazioni”, quale altra frase saggia non più appropriata? Al supermercato quando sei alla cassa evita di guardare le barrette di cioccolato, potresti cadere in tentazione! Prepara i soldi, le carte ecc..DISTRAITI
  • Pensa come ti senti dopo esserti abbuffata,  mangiare una manciata di biscotti non ti aiuterà a sentirti meno stressata, anzi è più probabile che ti sentirai in colpa, grassa, infelice ed insoddisfatta di te!
  • Quando il desiderio si fa sentire, prova a distrarti con un’altra attività, esci di casa, chiama un’amica, fai le pulizie!
  • Trova altri modi per regalarti quella sensazione “di felicità”, fai esercizi, ti regaleranno molte endorfine!
Sarà più facile rompere questi schemi una volta che conosci quello che verrà dopo, le brutte sensazioni che avrà il tuo corpo! Quindi ora cosa preferiresti?

images

Ora che hai un’idea del perché alle volte mangi eccessivamente, spero che sarai in grado di compiere delle scelte più salutari per il tuo corpo.
Seguitemi anche su INSTAGRAM per vedere come faccio io a distrarmi questo il mio profilo
Annunci
benessere, cibo, colazione, dimagrire, fitness

INTEGRATORI? NO, GRAZIE

Una dieta sana e variegata, ricca di frutta e di verdura, fornisce tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno.

La frutta e la verdura vanno consumate regolarmente tutti i giorni, almeno 5 volte. Mentre la frutta si mangia cruda, non è così per la verdura e il suo apporto calorico può aumentare con alcuni tipi di cottura (es. il fritto) e di condimento (es. molto olio o sale).
Sarebbe più opportuno quindi consumare la verdura cruda o cotta al vapore.
La frutta bisognerebbe consumarla durante gli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio, consentendoci di arrivare ai pasti meno affamati!!

Gli integratori alimentari vengono pubblicizzati come una miracolosa scorciatoia per ottenere gli stessi benefici semplicemente ingoiando delle pillole; ma molte ricerche hanno dimostrato che il nutrimento portato dagli alimenti non è sostituibile da quello ottenuto con gli integratori.

E’ importante insegnare ai più piccoli che, mangiare in maniera corretta fin da piccoli, perchè non crescano convinti che le buone abitudini a tavola sono un optional cui si può facilmente rinunciare.

Se vi va seguitemi sul mio profilo di Instagram

 

cibo, cucina, fitness

Petto di pollo in crosta di mandorle

Ingredienti per 2 persone:
2 petti di pollo
2 cucchiai di amido di mais
2 uova
50 g di mandorle a lamelle
30 g di pangrattato
2 cucchiaini di spezie
per la salsa allo yogurt e lime:
200 g di yogurt bianco magro
Succo e scorza di 1 lime
1 cucchiaio di menta tritata
Sale e pepe
Preparazione:
1. Per preparare la salsa, in una ciotola mescola lo yogurt, il succo e la scorza di lime, la menta, il sale e il pepe; ricopri ora la ciotola con la pellicola trasparente e metti in frigorifero fino a quando la userai.
2. Preriscaldare il forno a 180°C e foderare una teglia con carta da forno.
3. Versare l’amido di mais in un piatto piano. Sbattere le uova in una ciotola. In un altra ciotola, unire le mandorle, il pangrattato e le spezie.
4. Infarinare il pollo nell’amido di mais e immergerlo nelle uova sbattute. Impanarlo poi nel composto di mandorle, spezie e pangrattato.
5. Disporre il pollo panato sulla teglia e versare un filo d’olio. Cuocere in forno per 30 minuti.
6. Accompagnare ora il pollo con un’insalata e la salsa di yogurt e lime.
benessere, cibo, cucina, fitness, NATURALI, proteine, salute, sano

Cibi sani che non mangi correttamente

Mangiare cibi sani aiuta il corpo a fornirgli il carburante di cui ha bisogno ed un’alimentazione ben equilibrata è importante per uno stile di vita sano.

Il modo in cui cucini può influenzare i benefici che il tuo corpo può ottenere da un’alimentazione sana.


Cereali integrali e fagioli
Prima di cuocere questi cibi bisogna risciacquarli, questo aiuta a rilasciare le sostanze chimiche naturalmente presenti (fifati) e a rimuovere il sale in eccesso che viene aggiunto durante il processo di lavorazione. Sebbene i fitati non siano pericolosi, possono legarsi al ferro e rendere la digestione più difficile. Anche se sembrerà una banalità ho preferito accennarvelo, perchè talune saltano questo passaggio.
Semi di lino
Ricchi di omega3 e fibre, ottimi per la salute del cuore e aiutanoe a mantenere i livelli del colesterolo entro i limiti. Invece di mangiarli interi, macinarli prima può permettere al corpo di assorbire le sostanze nutritive presenti. Dopo averli macinati, aggiungili nello yogurt o nel frullato.
Yogurt
Quando prendi un vasetto di yogurt dal frigo, a volte c’è uno strato d’acqua sulla superficie; questo è il siero del latte che si sviluppa per effetto dello yogurt che si deposita sul fondo. Contiene molti minerali, tra cui il calcio e le proteine, perciò la prossima volta, invece di gettarlo, mescola bene lo yogurt prima di mangiarlo!
Broccoli
Invece di bollirli, cuocili a vapore. Con la bollitura alcune vitamine e sostanze antiossidanti possono disperdersi nell’acqua di cottura, per impedire che questo avvenga, usa una pentola o un cestello per la cottura a vapore, alcuni minuti sono sufficienti per ammorbidire i gambi senza perdere le sostanze nutritive!
Sara
cibo, cucina, NATURALI, RICETTE, salute, sano

Frittelle zucchine, mais e ricotta

Ingredienti per 12 frittelle:
125 ml di latte scremato
3 uova
50 g farina di ceci o di riso integrale
300 g di mais
2 zucchini, grattugiati e privati del liquido in eccesso
125 g di ricotta
2 cucchiai di prezzemolo
Sale e pepe q.b.
Preparazione:
1. Preriscalda il forno a 150°C e ricopri la teglia con la carta forno.
2. Frusta il latte e le uova in una ciotola, aggiungi gradualmente la farina fino ad ottenere una pastella omogenea e senza grumi.
3. Aggiungi il mais, gli zucchini, la ricotta e il prezzemolo e mescola bene; aggiusta di sale e di pepe a piacere.
4. Riscalda una padella antiaderente a fuoco medio, versa un mestolo d’impasto alla volta, cuoci le frittelle per 3 minuti su ogni lato fino a quando sono ben dorate. Trasferiscile su una teglia e tenerle in caldo nel forno.
5. Riscalda di nuovo la padella e continua con l’impasto rimanente fino ad ottenere circa 12 frittelle.
Buon appetito!!!!
benessere, cibo, cucina, dimagrire, fitness

Alimenti da evitare

Ci sono alcuni alimenti che abbiamo tutti in frigorifero/ dispensa che possono non essere  benefici per la nostra salute. Il segreto nel mantenere una dieta equilibrata sta nella scelta del tipo di alimenti o ingredienti che si utilizzano in cucina.

 Sale
Non tutto il sale è nocivo, essendo un minerale di cui abbiamo tutti bisogno nella nostra alimentazione in piccole dosi; però alcuni tipi di sale sono migliori di altri e il sale da tavola non rientra tra i primi.Sebbene il sale da tavola bianco derivi dal sale marino, durante la lavorazione molti oligoelementi in esso contenuti vengono eliminati, quello che rimane è  un prodotto raffinato che non ha molto da offrire a livello di sostanze nutritive.
Quali le alternative?
La migliore è un sale di tipo integrale non raffinato, come il sale dell’Himalaya e il sale del Mar Celtico. Per quanto riguarda il prezzo, il sale più puro è forse un po’ più costoso del sale da tavola ma per i benefici che se ne traggono ne vale la pena!
Salse
Durante una grigliata o al fast food, in tavola non ci facciam mai mancare le salse quali ketchup e maionese INDUSTRIALE! Quest’ultime contengono zuccheri aggiunti. La stessa cosa vale anche per le pizze surgelate o il sugo già pronto; questo per prolungarne la durata sullo scaffale e/o coloranti artificiali per darle un colore più vivace. Perciò prova a leggere l’etichetta la prossima volta che ne farai uso!!!!
Quali sono le alternative?
Se utilizzi un po’ di salsa di tanto in tanto non ti devi preoccupare. Un’alternativa sia quella di farle in casa, sia dal punto di vista nutrizionale e in termini di sapore, potete trovare moltissime ricette online a riguardo.
Salumi
I salumi come il prosciutto, il salame, la pancetta o la mortadella sono degli alimenti che non mancano mai nel frigorifero di molte persone (nel mio Sì). Il problema principale con questo tipo di cibi è che spesso contengono dei conservanti, che vengono aggiunti per impedirne il deterioramento, formazione di batteri e per dare colore/sapore. Inoltre, i salumi possono avere un alto contenuto di sodio e di grassi saturi. Consumarne una piccola quantità di tanto in tanto non nuocerà, ma se i salumi sono sempre presenti sulla tua tavola sarebbe meglio eliminare un pò.
Quali le alternative?
Provate a passare alla carne di pollo o tacchino, sarà sufficiente cuocerla in anticipo (lessata o alla griglia) e in questo modo avrai sempre qualcosa di pronto da usare per i tuoi panini o insalate.
Yogurt alla frutta
Sono spesso etichettati come contenenti ‘frutta vera’ ma fondamentalmente  NON ne contengono molta; invece di usare i pezzi di frutta utilizzano il SUCCO DI FRUTTA e la maggior parte delle sostanze nutritive si perdono durante il processo di lavorazione. Restano solo gli zuccheri della frutta e invece di mangiare uno snack sano (come tu credi di star assumendo) ti ritrovi ad ingerire un dessert.
Quali le alternative?
Opta per lo yogurt magro e aggiungi della frutta fresca.
La prossima volta che vai a fare la spesa prova a sostituire gli alimenti citati con le alternative sotto. Potrebbero fare la differenza nel modo in cui ti senti e non soltanto per la linea!
benessere, cibo, cucina, dimagrire, fitness, NATURALI

come fare l’uovo in camicia

Uovo_in_camicia
Le uova in camicia sono complicate…le uova possono cuocere troppo a lungo o si possono rompere durante la cottura. Vediamo insieme quali sono i trucchi per un perfetto uovo in camicia ed alcuni abbinamenti!
Come prepararlo:
1. Preparare una scodella con dell’acqua fredda
2. Rompere l’uovo sul bordo della scodella e versarlo
3. Riempire d’acqua una pentola e aggiungere due cucchiaini di aceto di vino bianco e un cucchiaino di sale e portare ad ebollizione a fuoco medio
4. Quando l’acqua bolle, ridurre la fiamma
5. Con un cucchiaio iniziare a mescolare l’acqua fino a formare un vortice. Questo movimento può aiutare ad evitare che le uova si rompano e a dare quella perfetta forma arrotondata tipica delle uova in camicia
6. Far scivolare l’uovo nell’acqua il più vicino possibile al vortice
7. Per un uovo in camicia più morbido cuoci per 2-3 minuti; per un tuorlo più sodo 3-4 minuti
8. Con l’aiuto di una schiumarola trasferire l’uovo dall’acqua calda nella ciotola di acqua fredda (Questo fermerà la cottura e l’uovo non si cuocerà troppo)
9. Rimuovere l’acqua fredda ed asciugare l’uovo con della carta da cucina
TRUCCHI:
Se è la prima volta che prepari le uova in camicia, inizia con un uovo alla volta. Quando inizi ad acquisire più fiducia, potrai cuocere più uova alla volta.
Non esagerare con il numero di uova per volta.

ABBIANAMENTI:

  • Sul pane tostato con delle fette di avocado, del succo di limone, dei semi di zucca e della feta;
  • Sul pane tostato con degli asparagi;
  • Sul pane tostato con dei pomodori appena scottati, della mozzarella e un condimento a base di olio e aceto balsamico;
  • con l’insalata.