allenamento, benessere, fitness, palestra

Allenamenti brevi

Gli allenamenti ad alta intensità funzionano davvero? Questi allenamenti sono un ottimo modo per minimizzare il tempo, sfruttare anche la sola mezz’ora che abbiamo a disposizione a praticare dell’esercizio fisico.
Pro:
  1. Una delle scuse che si usano per giustificarsi per un allenamento saltato è la mancanza di tempo, anche se credo che, per qualcosa che vuoi, il tempo si trova!! Anche se so che, se sei molto impegnata con lavoro, casa, studi o con figli, trovare il tempo per allenarsi non è cosa da poco.Gli allenamenti brevi possono starci anche in una giornata piena di impegni e possono essere fatti DOVE VUOI!
  2. La cosa migliore riguardo all’allenamento intenso è che stimola il consumo extra di ossigeno nella fase post-allenamento: nelle ore successive all’allenamento, la tua frequenza cardiaca e di respirazione rimangono leggermente più elevate al fine di portare più ossigeno ai muscoli, questo facilita la riparazione muscolare. Durante questo processo, il grasso è la principale fonte di energia e il tuo corpo può continuare a bruciarlo per diverse ore dopo l’allenamento.
    Quindi anche se gli esercizi sembrano molto più intensi, tutto l’impegno che ci metti, verrà ripagato anche nelle ore successive! 🙂
Contro:
  1. Da un lato gli allenamenti più brevi facilitano un’attività fisica più regolare, ma dall’altro il rischio di sovrallenarsi è molto più alto, specialmente se ci si  allena ogni giorno. (NON POSSIAMO ESSERE DELLE SUPEREROINE). I nostri corpi saranno sottoposti ad uno stress eccessivo.E’ MOLTO importante dare al nostro corpo il tempo per riposare e recuperare; altrimenti esagereremmo, impedendoci di raggiungere gli obiettivi a lungo termine.Potremmo organizzare così la settimana: allenamenti ad alta intensità il lunedì-mercoledì-venerdì. Martedì-giovedì-sabato: come correre, camminare o bicicletta).ALMENO 1 GIORNO DI RIPOSO!!!!!
  2. Se questi allenamenti sono per voi una novità, è probabile che i tuoi muscoli non siano ancora abituati a questo tipo di allenamento. Perciò consiglio di praticare del cardio prima d’iniziare. Inizia lentamente e aumenta gradualmente l’intensità e assicurati di eseguire gli esercizi seguendo con attenzione le indicazioni fornite.
La cosa più importante è trovare una routine che funzioni per TE! Gli allenamenti brevi  rientrano perfettamente nel mio stile di vita.
Sara
Annunci
benessere, cibo, cucina, dimagrire, fitness, NATURALI

come fare l’uovo in camicia

Uovo_in_camicia
Le uova in camicia sono complicate…le uova possono cuocere troppo a lungo o si possono rompere durante la cottura. Vediamo insieme quali sono i trucchi per un perfetto uovo in camicia ed alcuni abbinamenti!
Come prepararlo:
1. Preparare una scodella con dell’acqua fredda
2. Rompere l’uovo sul bordo della scodella e versarlo
3. Riempire d’acqua una pentola e aggiungere due cucchiaini di aceto di vino bianco e un cucchiaino di sale e portare ad ebollizione a fuoco medio
4. Quando l’acqua bolle, ridurre la fiamma
5. Con un cucchiaio iniziare a mescolare l’acqua fino a formare un vortice. Questo movimento può aiutare ad evitare che le uova si rompano e a dare quella perfetta forma arrotondata tipica delle uova in camicia
6. Far scivolare l’uovo nell’acqua il più vicino possibile al vortice
7. Per un uovo in camicia più morbido cuoci per 2-3 minuti; per un tuorlo più sodo 3-4 minuti
8. Con l’aiuto di una schiumarola trasferire l’uovo dall’acqua calda nella ciotola di acqua fredda (Questo fermerà la cottura e l’uovo non si cuocerà troppo)
9. Rimuovere l’acqua fredda ed asciugare l’uovo con della carta da cucina
TRUCCHI:
Se è la prima volta che prepari le uova in camicia, inizia con un uovo alla volta. Quando inizi ad acquisire più fiducia, potrai cuocere più uova alla volta.
Non esagerare con il numero di uova per volta.

ABBIANAMENTI:

  • Sul pane tostato con delle fette di avocado, del succo di limone, dei semi di zucca e della feta;
  • Sul pane tostato con degli asparagi;
  • Sul pane tostato con dei pomodori appena scottati, della mozzarella e un condimento a base di olio e aceto balsamico;
  • con l’insalata.
benessere, dimagrire, fitness, workout

NON ALLENARTI SOLO PER DIMAGRIRE!

La motivazione per la quale la maggior parte di noi si allena è per la perdita di peso o il mantenimento della forma. Ma dovremmo iniziare a pensare all’allenamento come ad una serie di benefici…vediamo insieme:

Migliora l’umore e il benessere
L’esercizio fisico porta il corpo a produrre le sostanze del buonumore “endorfine”, che spiegano quella sensazione di euforia che insorge dopo aver praticato l’attività fisica. Un allenamento, anche veloce, può aiutarti a sentirti meglio al termine di esso e diminuire lo stress accumulato durante la giornata…vedrai subito un miglioramento nel tuo umore! Quando ci alleniamo, sottoponiamo il nostro corpo ad una bassa dose di stress, questa continua esposizione potrebbe contribuire ad aumentare la nostra capacità ad affrontare situazioni di stress ben maggiori.
Se ti senti arrabbiata e hai bisogno di distrarti, vai a fare una passeggiata all’aria aperta e sentirai la differenza!
Benefici alla salute
Studi hanno dimostrato che le persone che sono più attive vivono più a lungo, inoltre l’attività fisica può migliorare la qualità della vita. Ad esempio, l’allenamento come il cardio o la resistenza ha dimostrato di rafforzare le ossa, il che può prevenire l’artrite. L’esercizio fisico praticato con regolarità può anche aiutare a rafforzare la salute del cuore, riducendo il rischio di malattie cardiache.
Aumenta l’autostima
La cosa che conta NON è l’aspetto esteriore ma quello interiore; sebbene non vi sia nulla di male ad allenarsi per raggiungere l’obiettivo desiderato riguardo il proprio aspetto fisico, se questo ti provoca disagio allora sarà meglio che ripensi alle motivazioni per cui ti stai allenando. Posso affermare dalla mia esperienza personale che sono le emozioni positive che provo dopo l’allenamento che mi spingono a farlo. (la mia compagna di corsa 😉 mi raccontava di quanto le fosse cambiata radicalmente la giornata dopo esser tornata a lavoro dopo aver praticato la nostra corsetta “quotidiana”). Se si è focalizzati su un certa tipologia di fisico da raggiungere, è normale che prima o poi si genereranno sensazioni negative.
L’esercizio fisico ti può far stare bene, aiuta ad ottenere stabilità e l’energia che da è incredibile. So bene cosa significhi avere delle giornate storte, ma bisogna affrontarla e perchè no allenandosi per poi godere di quella sensazione che si prova dopo!!!!!!
Sara
benessere, cibo, dimagrire, fitness, sano

Cosa significa: “esser sani”?

Negli ultimi anni la parola ‘salute’ sia stata associata alla tendenza, ma non è necessario possedere alcuni oggetti “must” per rientrare nella categoria di coloro che si possono definire sani; non bisogna necessarimanete comprare l’ultimo outfit da palestra alla moda  per essere sani; così come non è necessario pubblicare una foto di un frullato sui social media!
Per me essere sani significa sentirsi in forma, forti e sicure di sé; sapere ciò che è meglio per sé stesse, attraverso una dieta equilibrata ricca di cibi nutrienti e godendosi di tanto in tanto un piccolo sfizio. Molte persone quando decidono che vogliono mangiare più sano la prima cosa che fanno è recarsi nel negozio di alimenti biologici e fare la scorta di tutti  prodotti light, spendendo una fortuna per cibi che forse non si conoscono bene e daranno poi effettivi benefici? Ma si può mangiar sano con gli alimenti che si trovano in tutti i supermercati.
Essere sani non significa dover spendere troppi soldi.. se al momento non puoi permetterti l’abbonamento in palestra questo non dev’essere una scusa..esci a correre! L’obiettivo finale è ciò che si prova dentro di noi..la soddisfazione.
La chiave per una vita sana e felice consiste nel non privarsi di ciò che ci rende felici.  Mangiare un hamburger o un croissant una volta a settimana non c’impediscono di esser sani, di avere dei buoni risultati del sangue.
La propria salute è una scelta individuale e si basa su come una persona si sente…allenatevi con regolarità e mangiate cibi nutrienti e il vostro corpo vi ringrazierà!
Sara
benessere, cibo, dimagrire, donne, fitness, proteine, salute, sano

3 errori per perder peso che NON funzionano!

Oggi è facile trovare diete lampo che promettono di far perdere peso velocemente! Ci sono inoltre molti trucchi che, apparentemente, aiuterebbero a perder peso. Se stai cercando di dimagrire, ecco tre cose che SCONSIGLIO di fare:

Eliminare i carboidrati
Credo che tagliare completamente i carboidrati sia il modo meno sostenibile per perdere peso e mantenerlo a lungo termine. È importante ricordarsi che, ogni gruppo alimentare ci fornisce sostanze nutritive differenti; quindi se andiamo ad eliminare completamente uno di questi gruppi dalla nostra dieta, il nostro corpo non riceverà tutte le sostanze nutritive necessarie per funzionare al meglio. Inoltre, limitare l’assunzione di un alimento non è così facile da sostenere per un lungo periodo di tempo. Per molte persone potrebbe diventare troppo difficile e portare ad abbuffate eccessive. A mio parere, l’UNICO modo per dimagrire efficacemente e mantenere il proprio peso forma a lungo termine è seguire una dieta bilanciata senza sentirsi oppresse dalle restrizioni!
Saltare i pasti
Un altro trucco molto popolare che molte persone ritengono possa aiutarle a perdere peso velocemente consiste nel saltare i pasti. Si tratta forse di una delle cose più comuni che viene fatta nella speranza di perdere quel chiletto o due di troppo per un evento importante o un weekend speciale. Tuttavia ciò che molte persone non conoscono sono gli effetti che questo comporta al proprio corpo; tra le conseguenze vi sono il rallentamento del metabolismo e l’abbuffarsi durante gli altri pasti, cose le quali possono portare ad un aumento di peso. Inoltre, ci si potrebbe sentire di cattivo umore, perchè il corpo non ha l’energia necessaria per funzionare correttamente.
Concentrarsi solo sull’esercizio fisico
Sebbene l’esercizio fisico possa contribuire alla perdita di peso, non è l’unico fattore che si deve tenere in considerazione. Ci si può allenare fino allo sfinimento, me se si continua a mangiare alimenti pieni di grassi e zuccheri, l’esercizio fisico aiuterà solo fino ad un certo punto. Molte persone credono di potersi concedere molti sgarri semplicemente perché subito dopo andranno a correre. Non credo questo sia il modo più sano per perdere peso e per raggiungere certi risultati. Il segreto per dimagrire sono la moderazione e l’equilibrio. Se hai voglia di un croissant, mangialo pure, ma non cadere nella cattiva abitudine di mangiare tutto quello che vuoi pensando che più tardi andrai ad allenarti e quello brucierà.
La perdita di peso non è un processo facile e veloce; richiede pazienza, impegno e dedizione. Ci vorrà del tempo forse ma se viene fatto nella maniera giusta e con costanza, si possono ottenere e mantenere i risultati desiderati!!
Sara
benessere, cibo, cucina, dimagrire, donne, fitness

DIETE LAST MINUTES

Perdere peso velocemente non è la cosa migliore per la vostra salute, anche perchè la perdita di peso NON è una cosa veloce da raggiungere. Questo tipo di mentalità può essere dannosa, non solo fisicamente ma anche mentalmente. Se si vuol perder peso per motivi di salute o per tonificare, perché non ci si sente felici, non dovrebbe esserci un limite di tempo per raggiungere l’obiettivo. Spesso ci sentiamo sottopressione per riuscire a raggiungere un certo aspetto, per raggiungere un ideale, siamo circondati da “modelli” sui social media.

La perdita di peso sembra come qualcosa che dev’essere raggiunta immediatamente, altrimenti non potremo mai raggiungere quel “look ideale”; ma non è così!! Credo che essere sani e sicuri di sé, non è solo un aspetto, un certo corpo o un insieme di regole che dovete seguire….la fiducia la si ottiene essendo felici nella proprio corpo.

La cosa più importante da ricordare è che questi tipi di diete non sono sane e non sono sostenibili per tutta la vita. Sì, si può perdere peso in pochi giorni se si tolgono interi gruppi di alimenti, ma sei poi felice? Ti senti in buona salute? Un’altra cosa è che se pensiamo a quante volte le persone iniziano, fermano e riiniziano le diete yo-yo durante la loro vita, questo farà capire la loro efficienza. Non sono sane o sostenibili nel lungo termine, infatti sostenendo queste diete può esser meno efficiente perdere peso; possono causare che il vostro peso inizi a fluttuare rapidamente e questo può farvi sentire infelice e il vostro metabolismo può iniziare a rallentare.

I miei consigli per perder peso? Prendetela con calma! So che questo può non essere quello che volete sentirvi dire. Dimenticate la pressione sociale allegato al “perdere peso velocemente”….è inutile!!

La vita è tutta questione di equilibrio e se state privandovi di qualcosa non potrete raggiungere il vostro obiettivo, perché vi sentirete infelici e sconfitti. Invece, provate a pensare alla perdita di peso come ad un segnale positivo. Prendete il vostro tempo, mettete sforzo e dedizione e vedrete che i risultati si vedranno.  Porsi obiettivi settimanali che si possono facilmente realizzare, come andare a fare una lunga passeggiata ogni due giorni e magari frequentando un corso in palestra. Se l’idea di entrare in una palestra non vi piace, allora provate a cercare su internet delle APP, in modo da potervi “comodamente” esercitare a casa, con pochi ed economici attrezzi: tappetino – pesetti. Mangiare cibi puliti, sani e genuini, il vostro corpo è la base per tutta la vita. Se si riempie di spazzatura, vi sentirete come tale.

Una volta che iniziate a togliere i cibi “trasformati” dalla vostra dieta, il vostro corpo vi ringrazierà. Questo non significa che non si possa, ogni tanto, concedersi un dolcetto!! Mettetevi a lavoro, impiegate il vostro tempo e le vostre fatiche e vedrete i risultati! Non fatevi ingannare da schemi di marketing che promettono la perdita di peso nei numeri assurdi, come 5 giorni.

E’ ora di iniziare ad amare e nutrire il nostro corpo!

Sara

benessere, cibo, cucina, donne, fitness, NATURALI, salute

10 BUGIE SUL CIBO

  1. Mi sento sfinito, ho bisogno di zuccheri!!

Certo lo zucchero è fondamentale per alcuni organi ed è fondamentale per fornire energia ma non quello che mettiamo nel caffè.

Lo zucchero che serve ai nostri organi è prodotto dal fegato a partire da alimenti come i cereali integrali, la verdura e la frutta.

Aggiungere altro zucchero non serve a nulla, anzi contribuisce ad aumentare la glicemia e costringe il pancreas a produrre più insulina, cosa che col tempo può portare a diabete e sovrappeso. Quindi il mio consiglio è di evitare gli zuccheri e per avere energia inserisce nella tua alimentazione CARBOIDRATI SANI.

 

  1. Come contorno prendo patate o i piselli…sono le mie verdure preferite!

La patata è un tubero ricco di amidi ed è più simile ad un alimento ricco di carboidrati. Non ha molto senso le patate come contorno, in particolare se nello stesso pasto si mangiano pane, pasta o riso. Meglio usarle come fonte di carboidrati con una porzione di verdure e del pesce o carni magre.

Lo stesso discorso vale anche per i piselli, spesso scelti come contorno, ma non sono delle verdure, infatti pur essendo ricchi di fibre, sono alimenti proteici che possono sostituire, se assunti con i cereali integrali, carne o uova. Un piatto comune consumato come lo spezzatino di carne con piselli è esclusivamente proteico e quindi non costituisce un pasto equilibrato.

 

  1. Il biologico è sano

Per alimenti biologico s’intendono cibi derivati da agricoltura biologica che si caratterizza per il rispetto della naturale fertilità del suolo, per la promozione della biodiversità ambientale, per l’uso minimo di prodotti chimici e degli OGM. Non significa che il cibo per questo motivo diventi necessariamente sano, né tantomeno che una spesa in un negozio BIO sia una garanzia per la nostra salute.

Serve saper scegliere. Esistono alcune categorie di alimenti per cui acquistare la versione biologica ha senso: verdura e frutta. Ma un biscotto bio, se fatto con farine bio raffinate, è pur sempre un biscotto; ci può essere una concentrazione minima di sostanze chimiche ma il biscotto continuerà ad avere farine raffinate zuccheri.

 

  1. Mangio la pizza di kamut perché è più sana!

A mangiare kamut si fa un favore all’azienda americana che ne detiene il marchio. Si tratta di una varietà prodotta da agricoltura biologica nel generico grano Khorasan. Nella maggior parte dei casi ne viene consumata la versione raffinata e non quella integrale, quindi il vantaggio in termini di salute è inesistente. La stessa cosa vale anche per il farro e altri cereali che, se non sono integrali, non hanno gli stessi vantaggi. Il consiglio in questo caso è di non badare ai marchi di moda ma cerca invece di assumere cereali integrali nella maggior parte dei casi!! Poi se volete mangiare la pizza UNAVOLTA a settimana che sia di kamut o meno cambia poco.

 

  1. Dimagrire è semplice: basta saltare il pasto

Questo è il luogo comune che tenta di ridurre un problema complesso sia dal punto di vista biologico che comportamentale e una banale formula matematica. MAGARI FOSSE COSì SEMPLICE DIMAGRIRE!!! Certo, è vero che si deve consumare di più di quello che si inserisce, ma nel risultato finale intervengono anche fattori ormonali che rendono le cose più complesse. Ecco perché 1000 calorie di zucchero non hanno lo stesso effetto di quelle apportate da pesce o olio extra vergine di oliva. Occorre tenere presente prima di tutto cosa si mangia, cioè da che tipo di alimenti ci facciamo fornire le calorie previste per ottenere una perdita di peso. Il consiglio è di tener presente che gli alimenti corretti sono verdura, frutta, cereali integrali, grasi sani e proteine nobili.

 

  1. Il burro fa male, non lo magio mai

Da anni ormai il burro e altri grassi saturi sono accusati di essere i responsabili di molti problemi, in primis a livello cardiaco; come se tappassero le arterie producendo l’infarto. Il quadro però è molto più complesso di così e sono tanti i fattori che contribuiscono a peggiorare la salute delle nostre arterie, tra cui anche lo zucchero.

Se volete concedervi del burro, mangiatelo con una fetta di pane integrale e del salmone affumicato piuttosto che con la marmellata! Perché a seconda del contesto in cui vengono assunti hanno un destino diverso.

 

  1. Se stai male mangia in bianco

Questa è una tradizione che ci è stata trasmessa dalle mamme o dai medici, il classico menù del mangiare in bianco che prevede riso, patate lesse, formaggio; ma siamo sicuri sia l’alimentazione corretta quando si sta male? Quando febbre o malanni di stagione prendono il sopravvento l’alimentazione migliore è quella che si dovrebbe seguire sempre: completa e bilanciata nei micro e nei macronutrienti attraverso il consumo, delle giuste combinazioni, di verdura, frutta, legumi, carne, uova, pesce, olio e cerali integrali. Quando mangiamo in bianco crediamo di mangiar leggero ma in realtà non è così. Il riso bianco che non contiene le fibre necessarie per evitare quegli sbalzi della glicemia; sarebbe meglio prediligere il riso integrale. Se al riso bianco si aggiunge un’ulteriore porzione di carboidrati attraverso le patate e si completa il tutto con una fetta di prosciutto o del formaggio, che contengono molti grassi……..il gioco è fatto!

 

8. mai la pasta la sera

 

 

Molto spesso si sente dire che consumare alla sera pasta, riso è deleterio- un pasto serate eccessivamente ricco di calorie e di carboidrati in particolare, molto probabilmente finirà con il contribuire all’accumulo di grasso. Ma se invece vengono assunti dei carboidrati dei cereali integrali nelle dosi giuste si possono ottenere perfino alcuni benefici. Il primo è a carico del sonno: i carboidrati favoriscono la penetrazione di un aminoacido, necessario per formare le sostanze che conciliano il sonno. Il secondo è che i carboidrati serali generano un senso di benessere che contribuisce a ridurre lo stress e a smorzare gli effetti negativi nel cortisolo.

  1. Latte e latticini sono l’unica fonte di calcio

Il consumo di latte e derivanti è recente nella storia evolutiva umana, è quindi logico che fino a quel momento l’uomo fosse in grado comunque di ottenere quantità sufficienti di calcio da alimenti di origine vegetale. Verdure, noci e legumi sono ottime fonti di calcio. Quest’ultimo inoltre non è l’unico fattore di rischio all’origine delle problematiche ossee che devono essere invece ricondotte anche alla sedentarietà, al fumo, all’abuso di alcoole una nutrizione complessivamente scorretta- oltre al calcio, per la salute dell’osso sono fondamentali la vitamina E, la K2, che si trova negli alimenti di origine animale tra cui le uova.

10. Mangio gluten-free perché fa bene e fa perdere peso

Negli ultimi anni i prodotti privi di glutine sono aumentati di popolarità fino a diventare una scelta alimentare anche per le persone non affette da celiachia. Non esistono cereali come il riso, quinoa, grano saraceno, amaranto, miglio e mais che sono naturalmente senza glutine e soddisfano un’ampia varietà di gusti. I prodotti gluten-free sono un modo per permettere anche ai celiaci di assumere alimenti come biscotti e simili. Ma con la perdita di peso non vi è nessuna correlazione con l’assunzione o meno di glutine.

Sara