benessere, fitness, salute

essere sicure di sé

Il mondo d’oggi dà MOLTO valore all’aspetto fisico, all’apparenza; ma questo non è il solo fattore che definisce la nostra bellezza e soprattutto la fiducia in noi stesse.
Credo che, essere sicure di sé stessa vada di pari passo con la propria “bellezza interiore”, le due cose non si possano escludere a vicenda. Piuttosto che concentrarsi SOLO sull’aspetto fisico, credo che sia molto più importante concentrarsi su come ci si SENTE; perchè se non si è felici con la persona che si è, questo si rifletterà anche all’esterno!
Cosa devi fare per trovare la fiducia in te stessa?
Non rimuginarci troppo
Se ti focalizzi sulle tue insicurezze, potresti finire per rimuginare troppo sulle cose negative e questo può riflettersi su tutti gli altri aspetti; bisogna imparare ad accettare le proprie insicurezze e queste inizieranno ad avere meno importanza! Così facendo, puoi sviluppare una fiducia in te stessa perché accetti le tue insicurezze per quello che sono. Essere sicure di sé non significa non avere mai dubbi, ma che hai imparato ad accettarli.
Smettila di paragonarti alle altre
Ognuna di noi è unica e questa differenza è qualcosa che dobbiamo imparare ad accettare! Accettando chi siamo, possiamo accogliere la nostra bellezza interiore e la fiducia in noi può risplendere.
Il corpo è tuo e quindi fallo tuo.
Abbiamo tutte delle giornate sbagliate e ci facciamo prendere dai pensieri negativi ed è normale; a condizione che, quando la giornata arriva la sera, tu capisca che la sola persona a cui devi fare una buona impressione sei tu e paragonarsi agli altri può essere una perdita di tempo. Per quanto tu possa desiderare di avere il fisico di un’altra persona, questo non accadrà da un giorno all’altro. Quindi perché diventarne ossessionate? Accetta con un sorriso il corpo con cui sei nata e se alcuni aspetti della tua personalità o del tuo corpo non ti piacciono, cerca di trovare un modo positivo per migliorarli! LAVORA PER TE STESSA.
Smettila di focalizzarti sulle tue imperfezioni
Tutti hanno delle imperfezioni. Nel mondo di oggi l’uso dei social media e della tecnologia ha reso più semplice essere critici nei confronti degli altri. Cosa c’è di male ad avere delle  labbra poco carnose o delle gambe più corte? La sicurezza di sé viene da dentro; emerge quando riconosci che avere delle imperfezioni non significa che non sei una persona bellissima ; capire che queste cose non contano ti rende una persona migliore. Qualcuno che è felice di sé riesce ad essere felice anche in compagnia degli altri, questo atteggiamento mette le altre persone di accettare, a loro volta, se stessi. Nel momento in cui diventi più felice, diventerai una fonte d’ispirazione e gli altri seguiranno il tuo esempio!!!!
Alla fin fine come ci si sente dipende solo da TE ! Sei tu a controllare le tue emozioni e la tua vita e soltanto tu puoi cambiare il modo in cui pensi. Non appena avrai imparato queste cose, dovrai soltanto aspettare e vedere quanto la tua vita può cambiare. Per essere veramente sicura di te, devi abbracciare ciò che sei e imparare ad amare te stessa.
Sara
benessere, dimagrire, fitness, workout

NON ALLENARTI SOLO PER DIMAGRIRE!

La motivazione per la quale la maggior parte di noi si allena è per la perdita di peso o il mantenimento della forma. Ma dovremmo iniziare a pensare all’allenamento come ad una serie di benefici…vediamo insieme:

Migliora l’umore e il benessere
L’esercizio fisico porta il corpo a produrre le sostanze del buonumore “endorfine”, che spiegano quella sensazione di euforia che insorge dopo aver praticato l’attività fisica. Un allenamento, anche veloce, può aiutarti a sentirti meglio al termine di esso e diminuire lo stress accumulato durante la giornata…vedrai subito un miglioramento nel tuo umore! Quando ci alleniamo, sottoponiamo il nostro corpo ad una bassa dose di stress, questa continua esposizione potrebbe contribuire ad aumentare la nostra capacità ad affrontare situazioni di stress ben maggiori.
Se ti senti arrabbiata e hai bisogno di distrarti, vai a fare una passeggiata all’aria aperta e sentirai la differenza!
Benefici alla salute
Studi hanno dimostrato che le persone che sono più attive vivono più a lungo, inoltre l’attività fisica può migliorare la qualità della vita. Ad esempio, l’allenamento come il cardio o la resistenza ha dimostrato di rafforzare le ossa, il che può prevenire l’artrite. L’esercizio fisico praticato con regolarità può anche aiutare a rafforzare la salute del cuore, riducendo il rischio di malattie cardiache.
Aumenta l’autostima
La cosa che conta NON è l’aspetto esteriore ma quello interiore; sebbene non vi sia nulla di male ad allenarsi per raggiungere l’obiettivo desiderato riguardo il proprio aspetto fisico, se questo ti provoca disagio allora sarà meglio che ripensi alle motivazioni per cui ti stai allenando. Posso affermare dalla mia esperienza personale che sono le emozioni positive che provo dopo l’allenamento che mi spingono a farlo. (la mia compagna di corsa 😉 mi raccontava di quanto le fosse cambiata radicalmente la giornata dopo esser tornata a lavoro dopo aver praticato la nostra corsetta “quotidiana”). Se si è focalizzati su un certa tipologia di fisico da raggiungere, è normale che prima o poi si genereranno sensazioni negative.
L’esercizio fisico ti può far stare bene, aiuta ad ottenere stabilità e l’energia che da è incredibile. So bene cosa significhi avere delle giornate storte, ma bisogna affrontarla e perchè no allenandosi per poi godere di quella sensazione che si prova dopo!!!!!!
Sara
benessere, cibo, donne, fitness, NATURALI, proteine, salute, sano, vacanze

Come sgonfiarsi in un solo giorno

Con le vacanze invernali appena finite, è inevitabile esser circondati da tonnellate di cibo e le tentazioni sono moltiplicate; perciò è normale non siate riuscite a resistere! Ecco qui alcuni rimedi per il giorno successivo:

Bere acqua:

Quando ci si sente gonfie e piene, bere bibite peggiora la situazione. L’acqua aiuta a ristabilire l’equilibrio nel corpo. Il gas presente nelle bevande gassate può farvi sentire più gonfie. Tenere una bottiglia d’acqua con voi in ogni momento, rende più facile ricordarcelo!

Più Zenzero:

calma lo stomaco. E’ meglio quello fresco, può avere un gusto molto forte se non siete abituati, provatelo in un bicchiere d’acqua calda con del limone spremuto.

Stai lontano dal sale:

Se vi sentite gonfie del giorno prima, potrebbe essere perché avete consumato troppe cibi ricchi di sale. Il sale può causare la sensazione di gonfiore. Il modo migliore per sgonfiarsi è stare lontano da alimenti che sono ad alto contenuto di sale.

Più probiotici:

Possono aiutare a ridurre il gonfiore e a ristabilire l’equilibrio di batteri buoni e cattivi nel vostro intestino. Potete trovare i probiotici nello yogurt naturale.

Più asparagi:

Sono ricchi di potassio, che può aiutare a regolare l’equilibrio di liquidi nel corpo e contrastare tutto il sale. Tritateli e soffriggeteli con un filo d’olio.

 

Se vi sentite gonfie la cosa più importante da ricordare è che dovete mangiare! Saltare i pasti causa solo una diminuzione della glicemia e vi fa irritare. Infine, non siate troppo dure con voi stesse per esservi abbuffate; ora dovete solo concentrarvi su come riprendervi!!

Sara

fitness, salute

Allenamenti: mattina VS sera

E’ meglio allenarsi al mattino o la sera?

Non esiste una risposta corretta, dipende sulle vostre preferenze! Tuttavia, ci sono alcuni aspetti positivi e negativi associati ad ogni scelta.

Allenamenti mattutini: questa scelta potrebbe aiutare coloro che no hanno il tempo per allenarsi, perchè se questa è la prima cosa da affrontare della giornata non potranno esserci scuse per la mancanza di tempo (contrattempi lavorativi, stanchezza, ritardi). Un altro aspetto positivo è che il corpo è riposato; ricordatevi però di fare un bel riscaldamento per svegliare anche i muscoli!

Però  alcuni non sono persone mattiniere, magari a causa di una  tarda serata, cattivo sonno e al risvegliio sicuramente l’ultima cosa che vorrebbero è allenarsi; siamo tutti diversi.

Allenamenti serali: Alcuni preferiscono questo tipo di allenamento in quanto si sentono più energie, avendo assunto maggiori calorie; infatti i livelli di resistenza/forza sono al loro picco attorno alle 16:00/18:00.

Può aiutare ad eliminare lo stress accumulato nel corso della giornata, a differenza del primo allenamento, durante il quale dovremmo essere più rilassati. Infatti l’esercizio è uno dei modi migliori per alleviare lo stress e staccare la spina; rilascia endorfine (ormoni della felicità)!

In conclusione, non c’è una risposta uniforme su quando svolgere l’allenamento; tutto dipende da ciò che funziona meglio per il vostro corpo. L’importante è svolgerlo, poi poco importa l’ora in cui lo fate.

Sara

 

benessere, fitness, palestra

NO ALLA BILANCIA!

Le bilance sono davvero così affidabili? Concentrarsi solo sul numero che appare sul display della bilancia può essere demotivante; io non credo che sia corretto mettere tutta l’attenzione su un numero, perché ci sono tanti fattori che influenzano il vostro peso; ad esempio in base al momento della giornata in cui ci troviamo, quanta acqua abbiam bevuto, se si tratta di quel periodo del mese o se siamo andate al bagno. erase4

Ecco invece alcuni modi pratici per accorgersi se abbiamo fatto dei progressi:

1. Guarda le foto: queste possono essere una rappresentazione molto accurata, rispetto ad una bilancia. Sappiamo che il muscolo pesa più del grasso, può essere difficile vedere i cambiamenti nel nostro corpo di settimana in settimana, quando vediamo costantemente noi stessi allo specchio, ma confrontando le foto ogni mese, si può essere sorpresi di quanto il nostro corpo è cambiato!

2. Creati delle sfide: Sfidare se stessi in tutti gli aspetti della salute e fitness può aiutare la vostra mentalità e vi dirà anche molto sulla vostra forza. Ad esempio, utilizzare un peso più pesante, fare più ripetizioni o provare un esercizio non siete mai stati in grado di completare. Svolgendo queste sfide si può capire che si sta progredendo.

3. Sintonia col proprio corpo: quando si sta mangiando sano e ci si esercita regolarmente, il vostro corpo si sente subito meglio. Questo può significare che si ha più energia, la pelle è più chiara e la digestione sta lavorando bene. Conoscere il vostro corpo può sembrare un po ‘strano, ma essere in grado di riconoscere quando il tuo corpo si sente bene può aiutare a capire se siete sulla strada giusta. Al contempo saprete anche quando il vostro corpo non si sentirà bene, perchè avete esagerato con un pranzo/cena e vi sentite piene.

4. Vestiti: la cosa più banale è accorgersi dei cambiamenti attraverso i nostri capi d’abbigliamento, nel calzare i pantaloni ci accorgiamento subito se sono stretti, se la maglia segna la pancetta, se il reggiseno stringe o se il bottone della camicetta tira sul seno; questo è uno dei metodi più realistici ;).

Sara

benessere, cucina, NATURALI, salute, sano

COME SI SUPERA UN’ABBUFFATA?

1. Concedetevi regolarmente: si vuole sempre ciò che non si può avere; quindi, in questa situazione, il modo più semplice per prevenire un’abbuffata è quello di non arrivare al limite. Una volta a settimana concedetevi un JOLLY, scegliete voi quale pasto preferite, in base alla settimana scegliete la cena di compleanno, l’uscita con gli amici, il pranzo con la famiglia. Questo vi aiuterà a sapere, nella vostra mente, che avrete la possibilità di sgarrare in quell’occasione e vi farà stare in linea tutti gli altri giorni.

2. Opzione intelligente: ognuno ha ragioni diverse per “ingozzarsi” di cibo, quindi dovete capire che far questo non curerà la noia, non vi riporterà il vostro ex; perciò questo vi farà solo sentir peggio non appena avrete realizzato ciò che avete ingoiato. Pensate piuttosto ad una passeggiata o ad un massaggio, opzioni certamente più sane.

3. Organizzati: La pigrizia è una delle cause: per esempio il non essersi preparate il pranzo ed arrivare a casa tardi potrebbe indurci a optare per un sandwich, fare una tappa dal Mc Donalds; se invece ci preparassimo il giorno prima un pasto veloce MA SANO come del riso INTEGRALE, petto di pollo alla griglia, verdure lesse, quando arriveremo a casa dovremmo semplicemente riscaldare. Oppure tenere in frigo della bresaola confezionata sottovuoto a lunga scadenza che mangerete quando non avrete avuto il tempo di preparavi qualcosa.

Sara

cucina, salute

COME RIPRENDERSI DA UNA BALDORIA?

la_grande_abbuffata

SIATE GENTILI CON VOI STESSI

Se aveste avuto un’abbuffata o mangiato più del dovuto, cambiando le vostre abitudini sane, non incolpatevi troppo. Più siete negativi e più questa negatività non aiuterà a smaltire. Ricorda che non c’è motivo per cui non si dovrebbe godere delle cose che ami!

A PIEDI

La cosa migliore che puoi fare dopo un’abbuffata è di fare per una bella passeggiata, questa vi aiuterà nella digestione; se proprio non riusciste a farlo allora il giorno successivo dedicate un’ora di corsa/camminata e vi farà sentire sicuramente meno in colpa. Non saltare la prima colazioneInfatti saltare la prima colazione è uno degli errori più comuni e peggiore che si possa fare! So che la sensazione di sazietà non è bella e che preferireste saltare ma dovrete sforzarvi ad ingerire qualcosa, seppur un frutto. Questo, oltre a farvi bene al metabolismo e permettere lui di lavorare aiuterà anche la vostra mente ad iniziare un programma sano.

BERE

L’acqua aiuterà ad eliminare tutte le tossine nel corpo e ti farà sentire meglio. Bere 2 litri al giorno e un bicchiere d’acqua tiepida col limone appena svegli vi farà sentire molto meglio e i benefici saranno molteplici, oltre a reidratare, dopo aver consumato troppi grassi e cibi salati.

MANGIAR SANO

Un alto errore che si commette è quello di fare digiuno, pensando erroneamente che possa essere la soluzione migliore, non si deve “morire di fame” dopo un’abbuffata, vi farà solo venir fame e porterà ad un’altra abbuffata. La cosa migliore da fare è di mangiare il più sano possibile. Mangiare proteine ​vi aiuterà a mantenervi pieni e alzare il metabolismo. So che può non esser semplice ricominciare ma programmare i vostri prossimi pasti potrebbe essere un’ottima soluzione.

Prenditi cura del tuo corpo e guarda sempre avanti, mai indietro.

Sara

fitness

SICUREZZA IN SE STESSI, FELICITA’ E AMICIZIE

E’ molto importante circondarsi di persone che si prendono cura di voi e che ci sostengono, l’amore che ci circonda ci aiuta a dare di più in tutti gli aspetti. Salute e felicità sono sentimenti universali, che tutti desiderano. Se pensate di fare qualcosa di nuovo, allora cercate di essere accompagnati da qualcuno di “buono”!

1186899_240772996070376_1282606868_nNella foto sono con una mia miglior amica che si trova dall’altra parte dell’oceano, si è trasferita e ha finalmente realizzato il suo sogno; però nonostante la distanza è come se lei fosse sempre accanto a me, qui è il nostro incontro a New York dopo un anno dalla sua partenza.

La motivazione per raggiungere certi obiettivi, a volte, può essere difficile da trovare, soprattutto quando ci si allena da soli, farlo con un amico potrebbe risolvere questo problema; può aumentare la vostra motivazione, si spinge l’altro a fare il meglio; infatti l’incoraggiamento a volte è tutto ciò di cui abbiam bisogno per affrontare quell’ultima sessione di allenamento.

Oltre all’esercizio fisico questo è un consiglio a livello generale, un consiglio d’amica…circondatevi da persone che vi fanno stare SOLO bene (certo a volte si litiga), che vi trasmettono la sicurezza quando vi viene a mancare, che vi sappiano correggere quando sbagliate ma senza giudicarvi, che vi consigliano l’abito col quale state meglio, che vi fanno ridere, vi cucinano il vostro piatto preferito. La vita è già difficile di per sé..perchè dobbiamo complicarcela ulteriormente?

In conclusione il mio consiglio è quello di fermarvi un attimo a pensare a tutti coloro che sono nella vostra vita e di “tagliare i rami secchi”, credo possiam stare senza quel genere di persone che ci rendono la vita più difficile; vedrete che vi sentirete meglio.

Un masai durante un viaggio a Zanzibar mi disse questo proverbio: “BUONI CON BUONI E CATTIVI CON CATTIVI” e non so per quale motivo ma mi è rimasto dentro.

Sara

fitness

PALESTRA S.O.S.

Ti stai approcciando al mondo della palestra? Ecco alcuni termini che possono aiutarti ad entrare in questo “mondo”:

REP: un’abbreviazione di “ripetizione” e definisce il numero di volte che si esegue un esercizio.

SET: la quantità di volte che si ripeteranno le ripetizioni. Ad esempio, se si fanno 10 flessioni, pausa, 10 flessioni, riposo e ultime 10, si hanno 3 SET.

GI (indice glicemico): è una classifica riservata a ciascun cibo per descrivere quanto velocemente i carboidrati e assorbiti nel flusso sanguigno. La scala GI va da 0 a 100, se un alimento ha un IG alto significa che viene assorbito rapidamente, producendo un rapido picco dei livelli di zucchero nel sangue. GI bassi vengono assorbiti più lentamente, tendendo a fornire più energia in modo sostenuto. I valori GI sono basati sul mangiare cibi singolarmente, ma ciò non spesso avviene. Ad esempio, il riso ha un IG moderato, ma associandolo con altri alimenti perde questa caratteristica. Perciò consiglio carboidrati NON raffinati come pane, pasta, riso integrale, quinoa e cous cous. Anche se questi alimenti rilasciano energia più lentamente rispetto ai carboidrati trasformati, possono fornire il vostro corpo di più sostanze nutritive e fibra.

Fissarsi di voler perdere grasso in una particolare parte del corpo, volere cosce più piccole o la pancia tonica, interessandosi solo ad esercizi specifici per quelle zone non è così semplici. Per ottenere una pancia tonica o gambe più snelle, bisogna prima perdere grasso corporeo e poi aumentare la massa muscolare generale. Non possiamo scegliere dove indirizzare il grasso, tutto dipende dal singolo individuo.

LISS: esercizio a bassa intensità ma costante per un periodo di tempo, per esempio a piedi, in bicicletta o il nuoto. Facendo per 45 minuti 2 volte a settimana, il corpo è incoraggiato ad utilizzare le riserve di grasso per l’energia.

HIIT: il massimo sforzo per un certo periodo di tempo. Es.: 30 sec. alla velocità massima, poi 30 sec. a velocità bassa; così per 15 min. Questo incoraggia l’effetto di bruciare calorie, anche dopo aver terminato l’esercizio.

ALLENAMENTO A INTERVALLI: alternare attività di esplosioni ad attività più leggera. Per esempio in una lezione di yoga non ci sono questi intervalli perché si sta mantenendo un’intensità costante durante tutta la lezione. Invece un allenamento a intervalli può aiutare a bruciare più calorie in un breve lasso di tempo.

CIRCUITI: si fa un esercizio per un tot ripetizioni o per un certo periodo di tempo, poi si passa all’esercizio successivo; questo tipo di allenamento non è basato su quante ripetizioni si possono fare in totale, ma su quante ripetizioni si possono fare in un periodo di tempo.

Sara

fitness

Perché sono affamata dopo l’allenamento?

donne-affamate2

Sei una di quelle persone che finito un allenamento e durante il tragitto per arrivare a casa potrebbe divorare tutto?

Il nostro corpo è come una macchina e abbiamo bisogno di far rifornimento!

Gli errori più comuni che fanno le persone, di fronte a questa fame, è quello di mangiare troppo o mangiare cibi cattivi. Ci sono due motivazioni: quando si mangia troppo può essere perché non si mangino i giusti alimenti che riescano a farci sentire sazi; la seconda può essere perché si vuol avere la ricompensa per l’attività svolta….invece bisogna concedersi una volta ogni tanto, altrimenti il lavoro svolto non serve a nulla.

Scegliere gli alimenti giusti:

Se la vostra idea di uno spuntino post-allenamento è una fetta di torta accompagnata ad una bibita, non dovete stupirvi se poi siete affamati! Mangiare cibi che sono pieni di zuccheri e sono trattati daranno uno scarso beneficio nutrizionale e non faciliteranno il recupero. Più i livelli di zucchero nel sangue subiscono dei “picchi” più vi sentirete di nuovo affamati un’ora più tardi, portandovi poi a mangiare degli spuntini malsani. Perciò il mio consiglio è di optare per spuntini che contengano sia i carboidrati e sia le proteine, perché ciò contribuirà a tenervi soddisfatti e aiuteranno i muscoli nel loro recupero. Alcuni esempi: una scatoletta di tonno o tacchino magro con cracker integrali o gallette di mais.

Allenarsi prima di un pasto principale:

Se si tende ad allenarsi dopo cena o dopo colazione, provate ad invertire..ossia provate ad allenarvi PRIMA di un pasto principale. Questo può aiutare se siete una di quelle persone che sono molto affamate nel post-allenamento; ciò significa ridurre gli spuntini indesiderati….per rendere più facile questo, preparatevi la colazione, il pranzo o la cena così appena tornerete a casa dovrete solo mangiare (come faccio io nella pausa pranzo)!! Un’altra idea è quella di mangiare un piccolo spuntino prima dell’allenamento come una banana/un frutto in modo da non sentirsi troppo affamati durante o dopo l’allenamento (mangiatela 1,5 / 2 ore prima). E’ importante che il pasto che mangi dopo l’allenamento abbia abbastanza calorie e sostanze nutritive per alimentare il tuo corpo per il resto della giornata.

Reidratare:

Durante un allenamento si perdono liquidi (come il sudore) e spingiamo il nostro corpo al suo limite. E’ importante, dopo un allenamento e durante, bere molta acqua. A volte i nostri errori di disidratazione del corpo ci fanno sentire affamati quando invece è solo sete!!

Non sopravvalutare:

Nonostante mezz’ora di lavoro di fitness può aver imbevuto il tuo top di sudore, tendiamo a pensare che abbiamo bruciato moltissime più calorie di quelle che effettivamente sono. Mentre non credo sia necessario contare le calorie, a volte la nostra mentalità è ciò che ci può trattenere i nostri viaggi di perdita di peso. Se vi state allenando solo per poter mangiarvi cibo spazzatura in seguito, dovreste chiedervi quali sono i vostri obiettivi e come volete raggiungerli; oppure se fate tutto ciò che trovare il benessere.

Sara