benessere, cibo, colazione, cucina, dimagrire, dolci, fitness

Perchè uno tira l’altro?

Se ti è già capitato di finire un intero sacchetto di patatine quando invece avresti dovuto mangiarne solo una, allora capirai di cosa parlo quandodico  “alimentazione eccessiva”.

Guardando un film hai distrattamente mangiato due dolcetti o al ristorante ti hanno servito troppo cibo e ti sei sentita in dovere di finirlo tutto.
Ci sono dei motivi se ci sfoghiamo sul cibo, è normale sentirsi in colpa subito dopo aver ingoiato tutte quelle schifezze!!
Vediamo insieme i motivi per cui si mangia eccessivamente e cosa fare per prevenire:

 

sp-6.jpg

Che cosa ti spinge a mangiare eccessivamente?
Non è la mancanza di volontà; la ragione per cui a volte mangiamo più di quanto vogliamo ha a che fare con la chimica; quando consumi del cibo che contiene zuccheri, grassi o sale, il tuo cervello registra una sensazione piacere. Questo può scatenare il rilascio di sostanze “della felicità”, la dopamina e la serotonina (una combinazione che ti lascia una sensazione di benessere), queste reazioni chimiche possono spingerci a continuare a cercare quella sensazione piacevole che abbiamo provato.
Visto che ci sentiamo gratificati dopo aver consumato questi alimenti, la voglia diventa sempre più forte. Ecco perché vogliamo un altro biscotto, anche se non abbiamo più fame. I nostri cervelli sono molto sofisticati e associano questi segnali alla sensazione di gratifica, portandoti a desiderare un particolare snack. Quella voglia di qualcosa di dolce mentre passi davanti ad una pasticceria è una risposta ad un impulso fisico e ambientale.

 

Perchè desideriamo il cibo “spazzatura”?
Gli alti livelli di zuccheri, grassi e sale contenuti negli alimenti lavorati possono sovraccaricare il cervello, producendo le sostanze chimiche “della felicità”.
Il nostro cervello impara che i cibi ricchi di zuccheri e grassi possono dare una “ricompensa” più grande rispetto alle verdure che mangiamo di solito. La nostra mente allora potrebbe focalizzarsi sul fatto che mangiare questi cibi ci regala un momento di piacere, spingendoci così a cercare di nuovo quella gratifica. Questo desiderio di ricompensa può addirittura offuscare l’importanza di seguire un’alimentazione sana.

 

Mangiare troppo cibo spazzatura può trasformarsi in un circolo vizioso. Più mangi quei cibi che danno una gratifica e più li desideri. Ecco perché quando smetti di mangiare il al MC DONALD’S, dopo diventa più facile resistergli e non andarci.

 

Quello che ti circonda può stimolarti a mangiare di più
I cibi più decadenti sono pieni di grassi, zuccheri, questi additivi sono economici, quindi le compagnie hanno più soldi per le campagne di marketing. Infatti tutte quelle pubblicità accattivanti sono ideate per far leva sulle nostre emozioni, lasciandoci credere che meritiamo una ricompensa ogni tanto!

 

Ecco alcuni consigli con cui potrai ridurre le abbuffate:
  • Impara a riconoscere cosa le scatena: ti abbuffi davanti alla tv? Quando sei stressata?Quando non sai cosa fare?
  • fantozzi-partita-tv.jpg
  • “Resisto a tutto tranne che alle tentazioni”, quale altra frase saggia non più appropriata? Al supermercato quando sei alla cassa evita di guardare le barrette di cioccolato, potresti cadere in tentazione! Prepara i soldi, le carte ecc..DISTRAITI
  • Pensa come ti senti dopo esserti abbuffata,  mangiare una manciata di biscotti non ti aiuterà a sentirti meno stressata, anzi è più probabile che ti sentirai in colpa, grassa, infelice ed insoddisfatta di te!
  • Quando il desiderio si fa sentire, prova a distrarti con un’altra attività, esci di casa, chiama un’amica, fai le pulizie!
  • Trova altri modi per regalarti quella sensazione “di felicità”, fai esercizi, ti regaleranno molte endorfine!
Sarà più facile rompere questi schemi una volta che conosci quello che verrà dopo, le brutte sensazioni che avrà il tuo corpo! Quindi ora cosa preferiresti?

images

Ora che hai un’idea del perché alle volte mangi eccessivamente, spero che sarai in grado di compiere delle scelte più salutari per il tuo corpo.
Seguitemi anche su INSTAGRAM per vedere come faccio io a distrarmi questo il mio profilo
Annunci
benessere, cibo, cucina, fitness, sano

IGIENE IN CUCINA

La pulizia dei contenitori e piani di lavoro e alcuni semplici accorgimenti nella gestione dei cibi possono prevenire disturbi legati al proliferare di muffe e batteri.
Ecco di seguito alcuni semplici accorgimenti da tenere fatti nella vostra cucina:

  1. Cappa e fornelli:
    la cappa va pulita ogni due mesi e il filtro va sostituito altrettanto spesso.
    i fornelli vanno liberati dai residui di cibo (potenziale ricettacolo di germi), appena i fuochi si sono raffreddati.
  2. Avanzi:
    non lasciateli fuori dal frigorifero una notte intera. Meglio far raffreddare la pentola immergendola in acqua fredda per qualche minuto e poi riporre gli avanzi in frigo, ricoperti per bene da pellicola trasparente per alimenti; in modo che non prendano odori del frigo.
  3. Piano di lavoro:
    dev’essere sempre pulito con acqua calda e sapone dopo l’uso; in caso di contatto con carne o uova crude usare della candeggina diluita.
  4. Taglieri:
    usate taglieri separati per gli alimenti che vanno cotti e per quelli che si mangiano crudi; vanno lavati dopo ogni uso con acqua calda e sapone. La plastica è preferibile al legno (più facile preda per i microbi).
  5. Panni e spugne:
    usate due spugne diverse per le stoviglie e per le superfici della cucina; lavatele anche in lavastoviglie e sostituitele spesso. Cambiate i canovacci 2 volte alla settimana.
  6. Pattumiera:
    meno la toccate e meglio è; solitamente ce l’abbiamo coperta da un coperchio che si apre quando apriamo lo sportello della cucina. Il secchio va pulito con regolarità e così anche il vano che lo ospita.
  7. Lavare e cuocere:
    sciacquate frutta e verdura tre volte, la prima con il bicarbonato per eliminare i batteri. Cottura e riscaldamento andrebbero fatti sempre sopra i 70°C, per uccidere quasi tutti i batteri.
  8. In frigo:
    Nei cassetti conservate la frutta e la verdura a circa 8°C. sui locali più bassi vanno tenuti gli alimenti più deperibili (carne e pesce), in quanto sono più freddi 3°C. Sui ripiani più alti tenete i salumi, formaggi, uova…..

 

 

Buona pulizia….😜😜😜😜😜😜

benessere, cibo, colazione, dimagrire, fitness

INTEGRATORI? NO, GRAZIE

Una dieta sana e variegata, ricca di frutta e di verdura, fornisce tutti i nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno.

La frutta e la verdura vanno consumate regolarmente tutti i giorni, almeno 5 volte. Mentre la frutta si mangia cruda, non è così per la verdura e il suo apporto calorico può aumentare con alcuni tipi di cottura (es. il fritto) e di condimento (es. molto olio o sale).
Sarebbe più opportuno quindi consumare la verdura cruda o cotta al vapore.
La frutta bisognerebbe consumarla durante gli spuntini di metà mattina e di metà pomeriggio, consentendoci di arrivare ai pasti meno affamati!!

Gli integratori alimentari vengono pubblicizzati come una miracolosa scorciatoia per ottenere gli stessi benefici semplicemente ingoiando delle pillole; ma molte ricerche hanno dimostrato che il nutrimento portato dagli alimenti non è sostituibile da quello ottenuto con gli integratori.

E’ importante insegnare ai più piccoli che, mangiare in maniera corretta fin da piccoli, perchè non crescano convinti che le buone abitudini a tavola sono un optional cui si può facilmente rinunciare.

Se vi va seguitemi sul mio profilo di Instagram

 

allenamento, benessere, cibo, colazione, fitness, NATURALI

Come affrontare la giornata dopo aver dormito poche ore

Quando ci alziamo con la sensazione di aver dormito male, iniziamo la giovnata nel peggiore dei modi! Se ti sei rigirata tutta la notte perché qualche pensiero non smettiva di trapanarti la testa, il giorno dopo ne risentirai. Il sonno è quel momento in cui il tuo corpo si riprende, mentre il cervello lavora per immagazzinare i ricordi ed elaborare i pensieri, quindi è normale sentirsi un po’ fiacchi se il riposo non è stato sufficiente.

Cosa fare quando questo succede?

Bevi dell’acqua 

Una notte insonne può portare alla disidratazione, il tuo corpo usa alcune delle sue riserve d’acqua durante il sonno, ma se passi il tempo a rigirarti nel letto, potresti consumare più acqua del solito. Anche una leggera forma di disidratazione può farti sentire più stanca, causare mal di testa. Quando il livello di fluidi corporei si abbassa, il cuore deve lavorare di più per trasportare le sostanze nutritive e l’ossigeno nel corpo. Bere dell’acqua può aiutare.

bottiglia-di-plastica-di-acqua-minerale-isolata-su-bianco-19298023

Fai colazione

Mangiare una colazione sana non solo può aiutarti a svegliarti ma ti fornisce anche le sostanze nutritive per far partire il corpo. Un mix di carboidrati, proteine e grassi sani possono aiutare a migliorare la memoria e la concentrazione. Le uova sul pane tostato con dell’avocado possono aiutarti a farti sentire sazia durante la mattina. Cerca di bere il caffè a metà mattinata, in modo che segnali naturali di sveglia del tuo corpo sono già stati inviati.

toast-avocado-e1412181392377

Cammina un po’

Se normalmente passi la giornata alla scrivania, allora dovresti fare delle pause per muoverti! Stare sempre seduti puù essere dannoso per il fisico…. dello stretching o una camminata in ufficio possono aiutarti con la circolazione sanguigna e farti sentire più ristorata. Il primo pomeriggio è solitamente il momento di picco della stanchezza, prova quindi a muoverti un po’ dopo il pranzo.

Prendi un po’ di sole

L’esposizione alla luce naturale può rallentare la produzione di melatonina, la quale invia al cervello il segnale che è ora di dormire; dei raggi di sole e dell’aria fresca possono aiutare quando si tratta di svegliarsi.

 

allenamento, benessere, dimagrire, fitness, salute

Devo usare i pesi per aumentare la massa muscolare?

Troppe donne credono che, sollevare pesi, porti a diventare delle super muscolose…SBAGLIATO! Vediamo invece che vantaggi porta avere un pò di muscolo:
 
Aumentare la massa muscolare richiede del lavoro..la dieta e l’allenamento medio non darà mai il risultato di diventare SUPER muscolose. I body builder trascorrono ore e ore in palestra a sollevare pesi e seguono una dieta molto rigida, che li aiuta con la crescita della massa muscolare.

 

Visto che le donne hanno dei livelli di testosterone più bassi rispetto agli uomini, aumentare di molto la massa muscolare richiede una dieta specifica e tanto allenamento con carichi pesanti. Questa significa che è improbabile che accidentalmente una persona diventi più muscolosa.

 

Allenamento a corpo libero
Tutte noi vogliamo tonificare e per far ciò dobbiamo aumentare la massa muscolare!

Un punto di partenza per aiutarti ad aumentare la forza fisica è un allenamento a corpo libero, il peso del corpo sarà sufficiente, possono essere fatti ovunque!! Le flessioni, gli squat, i plank addominali e gli affondi.

Macchine e pesi liberi
Le macchine che trovi nelle palestre possono aiutare con la massa muscolare, ma attenzione a come le utilizzate, perchè anche un movimento scorretto potrebbe provocare un effetto diverso da quello che desiderate!!!! Perciò siate ESIGENTI con gli istruttori, chiamateli e chiedete loro se il movimento è corretto.
Nonostante queste macchine siano ottime per alcuni esercizi, i pesi liberi permettono più ampiezza nel movimento; in quanto queste macchine non sono state progettate per diverse tipologie di corpo.
Sollevare i pesi è l’alternativa migliore?
Sollevare pesi leggeri e fare più ripetizioni è buono per iniziare, ti darà il tempo di lavorare sulla tecnica più adatta per sollevare i pesi, importante è la tecnica; quando avrai la tecnica corretta e noterai che la routine sta diventando più facile, allora aumenta gradualmente il peso che sollevi.
Sollevare i pesi per un numero prestabilito di ripetizioni non ti farà diventare muscolosa all’improvviso, anche se i pesi sono pesanti. Anzi sollevare carichi pesanti richiede più sforzo da parte del corpo il quale può attivare una serie di cambiamenti positivi: un miglioramento della regolazione dell’attività ormonale, una riduzione della pressione sanguigna e il mantenimento della massa ossea. Con dei pesi più leggeri, il tuo corpo non viene necessariamente sottoposto allo stesso tipo stress (quello buono) che scatena questo tipo di cambiamenti fisici.

 

allenamento, benessere, dimagrire, fitness

Un diario può aiutare a restare motivata

Se avete iniziato una sfida di allenamento, senza un piano vero e proprio su come raggiungere gli obiettivi, senza un piano è facile sentirsi frustrate e rinunciare ai propri obiettivi. Avere un piano può aiutare a stendere la strada e ad affrontare ogni esercizio con uno scopo.

Annotando gli allenamenti che state facendo, i pasti che mangiate, monitorare i progressi sarebbe l’ideale!! Tutto questo potrebbe essere fonte di motivazione, facendovi rimanere focalizzate sui vostri obiettivi; monitorare gli allenamenti precedenti è un ottimo modo per vedere quanto avete fatto e motiva a continuare a dare il massimo.

Prendere nota anche dei cambiamenti positivi che state vedendo lungo questo percorso può essere molto motivante.
Leggendo poi tutti questi risultati avrete maggiore soddisfazione, vedeno scritto i miglioramenti.

 

Scrivete:
  • gli allenamenti
  • i progressi  ;
  • Programmare i giorni di riposo;
  • Prendere nota dei cambiamenti d’umore;
  • Monitorare cosa mangiate;
  • Trascrivere quello che notate (dolore o fastidio durante gli esercizi);
  • Pianificare gli allenamenti
  • Suddividere l’obiettivo finale.

 

Scattatae anche delle foto dei progressi, che mostrano i cambiamenti nel tuo corpo che non si notano sulla bilancia, anzi la bilancia potrebbe ingannarvi (perchè non vi siete pesate alla stessa ora, perchè il muscolo pesa più del grasso, perchè siete in “quel periodo del mese”, perchè non vi siete scaricate).

 

Molte persone abbandonano l’allenamento perché pensano che non stanno facendo dei progressi. Prendere nota di tutto può aiutarvi a restare concentrate  e focalizzate!!!!
FORZAAAAAAAAAAAAAAAA
benessere, cibo, colazione, cucina, dolci, fitness, NATURALI, RICETTE, salute, sano

Budino alla banana e semi di chia

Ingredienti:

  • 1 Banana matura
    • 1 Cucchiaio di Semi di Chia
      • 1 Grattugiata di Noce Moscata
        • 1/2 Cucchiaino di Cannella
          • 1/2 Cucchiaino di Zenzero in Polvere
            • 1 Cucchiaio di Succo d’ Agave
              • 1/2 Bicchiere d’Acqua

                PROCEDIMENTO:

                In una terrina schiaccio la banana e aggiungo la noce moscata, la cannella, lo zenzero e il succo d’agave.
                Mescolo in modo che le spezie si amalgamino alla banana.
                Trasferisco tutto in un bicchiere e aggiungo poi il bicchiere di acqua ed il cucchiaio di semi di Chia.
                Mescolo ancora e lo lascio riposare per 30 minuti, si può anche farlo riposare per 2 ore, in questo modo i semi si gonfiano bene e rendono più soffice il budino.