FAME NERVOSA

Se hai avuto una giornata difficile e ti sei ritrovata a mangiar gelato sul divano guardano la tv allora conosci la “fame nervosa”, termine per descrivere che si trova conforto con l’assunzione di cibo.

Concedersi una volta ogni tanto non manderà a quel paese tutto il duro lavoro, però la fame nervosa può creare problemi se questa l’assunzione eccessiva diventa regolare. Inoltre credo anche che fare affidamento sul cibo per far fronte alle proprie emozioni porti ad una relazione malsana col cibo.

Come sapere se si tratta di FAME NERVOSA?

Mangi quando sei sotto pressione

Lo stress di una scadenza imminente potrebbe portarti a “svuotare” il frigorifero senza una ragione, mangiare sotto stress è più comune se conduci una vita frenetica. Gli alti livelli di stress possono aumentare la produzione di cortisolo e portarci a desiderare cibi ricchi di sale, zucchero o grassi. Sfortunatamente questi alimenti non apportano sostanze nutritive e, anche se ti faranno stare meglio all’inizio, dopo un po’ potresti sentirti peggio. Mangiare non ti aiuterà ad alleviare lo stress; prova a svagarti con una corsetta, per rilasciare quella “cattiveria”.

 La fame ti assale all’improvviso

Ascolta il tuo stomaco quando ti fa sapere che è l’ora di mangiare….potresti avere difficoltà a concentrarti o lo stomaco potrebbe iniziare a brontolare.

La fame emotiva è invece diversa: all’improvviso hai una fame da lupi.

Imparare la differenza tra le due ti può aiutare ad evitare di sgranocchiare in continuazione.

Hai una voglia ben precisa

Vi sono quei giorni in cui sentiamo che l’unica cosa che ci possa gratificare è una fetta di pizza. Se hai una voglia matta di un cibo in particolare, potresti essere solo alla ricerca della scarica energetica che quell’alimento ti può dare. Il desiderio per quel particolare cibo potrebbe essere un indicatore del fatto che qualcosa non va.

Quando la voglia ti assale, pensa a come ti senti e a cosa sta succedendo che ti porta a desiderare di mangiare quel determinato alimento. Aspettare qualche minuto è il modo migliore per farsi passare la voglia; se non funziona, prova a sostituire il cibo che desideri con qualcosa dalla consistenza simile ma più salutare. Ad esempio, invece di mangiare un’intera vaschetta di gelato, sostituiscila con uno yogurt; invece di un sacchetto di patatine fritte opta per delle gallette di mais.

Tendi ad abbuffarti dopo una giornata difficile

Il mangiare è spesso un modo per distogliere la mente da un problema che ci affligge. Da bambini spesso ci viene dato del cibo come premio se succede qualcosa di brutto; sfortunatamente queste abitudini possono continuare da adulti. Mangiare quando si è stressate non serve a niente. Prova invece a trovare una valvola di sfogo più positiva che non ruoti attorno al cibo.

E’ importante non farsi scoraggiare se si cade in tentazione: la fame nervosa è una reazione a ciò che accade nella vita, quindi identificare quando succede può essere d’aiuto per elaborare le tue emozioni in un modo più sano.

Sara

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...