PALESTRA S.O.S.

Ti stai approcciando al mondo della palestra? Ecco alcuni termini che possono aiutarti ad entrare in questo “mondo”:

REP: un’abbreviazione di “ripetizione” e definisce il numero di volte che si esegue un esercizio.

SET: la quantità di volte che si ripeteranno le ripetizioni. Ad esempio, se si fanno 10 flessioni, pausa, 10 flessioni, riposo e ultime 10, si hanno 3 SET.

GI (indice glicemico): è una classifica riservata a ciascun cibo per descrivere quanto velocemente i carboidrati e assorbiti nel flusso sanguigno. La scala GI va da 0 a 100, se un alimento ha un IG alto significa che viene assorbito rapidamente, producendo un rapido picco dei livelli di zucchero nel sangue. GI bassi vengono assorbiti più lentamente, tendendo a fornire più energia in modo sostenuto. I valori GI sono basati sul mangiare cibi singolarmente, ma ciò non spesso avviene. Ad esempio, il riso ha un IG moderato, ma associandolo con altri alimenti perde questa caratteristica. Perciò consiglio carboidrati NON raffinati come pane, pasta, riso integrale, quinoa e cous cous. Anche se questi alimenti rilasciano energia più lentamente rispetto ai carboidrati trasformati, possono fornire il vostro corpo di più sostanze nutritive e fibra.

Fissarsi di voler perdere grasso in una particolare parte del corpo, volere cosce più piccole o la pancia tonica, interessandosi solo ad esercizi specifici per quelle zone non è così semplici. Per ottenere una pancia tonica o gambe più snelle, bisogna prima perdere grasso corporeo e poi aumentare la massa muscolare generale. Non possiamo scegliere dove indirizzare il grasso, tutto dipende dal singolo individuo.

LISS: esercizio a bassa intensità ma costante per un periodo di tempo, per esempio a piedi, in bicicletta o il nuoto. Facendo per 45 minuti 2 volte a settimana, il corpo è incoraggiato ad utilizzare le riserve di grasso per l’energia.

HIIT: il massimo sforzo per un certo periodo di tempo. Es.: 30 sec. alla velocità massima, poi 30 sec. a velocità bassa; così per 15 min. Questo incoraggia l’effetto di bruciare calorie, anche dopo aver terminato l’esercizio.

ALLENAMENTO A INTERVALLI: alternare attività di esplosioni ad attività più leggera. Per esempio in una lezione di yoga non ci sono questi intervalli perché si sta mantenendo un’intensità costante durante tutta la lezione. Invece un allenamento a intervalli può aiutare a bruciare più calorie in un breve lasso di tempo.

CIRCUITI: si fa un esercizio per un tot ripetizioni o per un certo periodo di tempo, poi si passa all’esercizio successivo; questo tipo di allenamento non è basato su quante ripetizioni si possono fare in totale, ma su quante ripetizioni si possono fare in un periodo di tempo.

Sara

Annunci

4 thoughts on “PALESTRA S.O.S.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...